Home > Artide > Artide, ricerca prosegue in bicicletta

Artide, ricerca prosegue in bicicletta

Campioni di acque profonde prelevati sotto il ghiaccio con l’aiuto di una bicicletta…

La Catlin Ice Base è una base scientifica temporanea situata sul pack della costa occidentale dell’isola Ellef Ringnes (territorio del Nunavut, Canada). Qui scienziati di varie nazionalità possono condurre esperimenti in situ durante una stagione in cui le ricerche sul ghiaccio sono generalmente inaccessibili.

Durante l’ultima spedizione gli scienziati hanno utilizzato per le 10 settimane di attività un nuovo ed originale strumento: un verricello movimentato a pedali impiegato per la raccolta di campioni d’acqua marina, fino a 200 metri al di sotto del ghiaccio marino. Questa originale bicicletta è stata progettata da David Garrod, un ex-poliziotto fratello del responsabile della base scientifica (Simon Garrod), ed è in grado di funzionare perfettamente a temperature che scendono spesso sotto i -35°C. La bicicletta movimenta un verricello a cui è collegato il cavo con cui si cala in acqua la strumentazione necessaria per raccogliere campioni di acqua di mare. Questi campioni sono fondamentali per comprendere le caratteristiche delle correnti marine presenti al di sotto del ghiaccio marino e svelare i segreti della progressiva scomparsa del ghiaccio marino in Artide.

Lo scorso anno per lo stesso scopo era stata impiegato un verricello che doveva essere calato a mano ed acclimatato lentamente alle condizioni di temperatura e pressione. Le operazioni erano state assai faticose e quando Simon ha mostrato al fratello i video di questa attività, David ha avuto l’idea e in sole 6 settimane ha realizzato uno strumento in grado di soddisfare le esigenze degli scienziati. David ha scelto una semplice bici da strada, privata di qualunque accessorio, e una bobina di cavo metallico e ha costruito uno strumento capace di calare un peso di 60 chilogrammi per 500 metri in 20 minuti. Ciò richiede una pedalata molto lenta, che David è riuscito ad ottenere aggiungendo delle marce che consentissero di calare lentamente il cavo pur pedalando velocemente. Un freno di emergenza consente, inoltre, agli scienziati di fermare il verricello alla profondità desiderata.

Durante una maratona di 24 ore di campionamenti Ian Wesley, un membro della spedizione, ha fatto una pedalata da record a -35°C calando il cavo di campionamento fino a 2400 metri nell’Oceano Artico.

Serena Massolo

Fonte: Estense

Categories: Artide Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: