Home > Narrātio > “Il ragazzo nubiano” di Ahmed Salah

“Il ragazzo nubiano” di Ahmed Salah

Il ragazzo nubiano

Era un ragazzo nubiano, si chiamava Karim ,un ragazzo di colore ma come il latte da dentro , un ragazzo birichino e molto simpatico, tutto il villaggio lo conosceva bene come un bravo ragazzo, viveva in una casa piccola vicino al Nilo e aveva un coccodrillino cosi piccolino di nome “Boh” , un coccodrillino molto bello, tutti i turisti venivano a casa di Karim per prendere delle foto con il suo coccodrillino” Boh”, Karim era bravo ad imparare le lingue straniere perché era sempre in contatto con le persone straniere e anche perché gli piaceva conoscere le altre culture diverse perciò voleva parlare le loro lingue. Aveva tre amici, Hassan, Baiumy, Fouad, tutti e tre erano molto leali con lui, gli volevano un mondo di bene, erano il discorso del loro villaggio perché erano amici davvero.

Ogni giorno andavano a scuola insieme, erano molto bravi a scuola ed erano anche giocatori, dopo la scuola andavano a giocare a calcio in un posto sconosciuto, lo chiamavano ” il posto dei fantasmi ” perché nessuno ci andava. Era un posto antico dove c’erano dei monumenti degli antichi egizi ma nessuno lo conosceva perché era un posto molto lontano dal villaggio in cui vivevano i ragazzi, Karim era bravo a leggere la lingua geroglifica e gli piaceva conoscere ogni piccola cosa della vita dei Faraoni perché suo nonno glieli raccontava e gli ha fatto amare la storia faraonica.

Come ogni volta dopo la scuola andavano nello stesso posto per giocare a calcio,ma mentre giocavano a calcio accidentalmente Karim è caduto e si è fatto male , tutti gli amici andavano verso lui per aiutarlo. MAentre stavano aiutarlo a camminare , Karim ha scoperto delle parole geroglifiche sulla roccia davanti, ha letto che c’era scritto e ha capito che c’era una tomba qui sotto. Karim voleva aprire la tomba ma gli amici avevano paura e volevano andare via perché sapevano bene che c’era la maledizione dei faraoni sulle loro tombe.

Dopo Aver scoperto la tomba, gli amici erano indecisi , non sapevano cosa fare, era un momento difficile , Karim voleva entrare la tomba ma gli amici volevano andare via perché avevano paura per la maledizione dei faraoni, Karim gli ha spiegato la situazione dicendogli” perché non entriamo amici, sarebbe bello vedere I tesori che ci hanno raccontato mille volte, e se avete paura dalla maledizione, Io conosco la soluzione per superare questo problema” gli amici erano sorprese quando hanno sentito questa cosa !! Fouad gli ha detto” Ma io ho paura veramente , voglio andarmene, e poi non possiamo rischiare, se ci siamo riusciti ad aprire la tomba, non sappiamo che c’e’ dentro”. Hassan voleva sapere quale era la soluzione perciò ha chiesto Karim ” e che cos’e’ la soluzione per superare la maldezione ,, ma credo che non ci sia una soluzione per questa Maledizione ,, ma daiii amici si chiama ” maledizioneeeeee!! Ecco e’ difficilissimo trovare una soluzione e poi siamo in ritardo , dobbiamo ritornare a casa, tanto Mia Madre mi punirà” era veramente un momento eccitante, non andavano D’Accordi, erano come due partite, Hassan e Fouad rifiutavano entrare la tomba ,Karim e Baiumy andavano d’Accordi, volevano entrare la tomba. Karim voleva che tutti gli amici andavano d’accordi e perciò ha risposto dicendogli” Ma la soluzione e’ chiarissima amici, facciamo finta di non esistere questa maledizione” Hassan gli ha detto” e come ?? Genio!!” Karim gli ha risposto” non sai cosa significa Fare finta!! Ma sei un bambino sei proprio un bambino, facciamo finta cioe’ come se non ci fosse nemmeno la Maledizione ^_* ecco questa è la soluzione” gli amici ridevano di Karim, Karim era molto arrabbiato perché gli amici lo prendevano in giro e poi se n’e’ andato a casa.

Tutti Gli amici sono ritornati a casa, Karim cercava di una soluzione per dirla agli amici, ha passato tutta la notte in bianco pensando e cercando una soluzione,e finalmente aveva pensato di dirgli che questa maledizione e’ una cosa irreale, non esiste.

Gli amici sono andati a scuola come il solito e poi sono andati insieme a guardare questa tomba, Karim voleva dirgli la soluzione ma intanto gli amici volevano entrare , era una cosa strana per Karim, era come una sorpresa per lui, ed era anche molto eccitato ad entrare la tomba e sapere che c’e’ dentro.
Gli amici hanno finalmente deciso di entrare la tomba, avevano un colpo di paura, pensavano ancora alla maledizione, ci sono riusciti ad entrare la tomba e non gli e’ successo niente , erano sorprese e nello stesso tempo erano molto contenti perché ce l’hanno fatta,Karim gli ha detto ” come vi ho detto, non c’e’ nessuna maledizione, avevo ragione io” gli amici allo stesso momento” eh si amico avevi ragione, ti chiediamo scusa per l’ultima volta siamo stati maleducati con te”gli amici sono entrati la tomba e Karim ha cominciato a leggere la lingua geroglifica, ma non ha capito tutto, ha chiesto agli amici se uno sapeva delle parole, ma nessuno era capace di leggere o sapere la lingua che lui, poi dopo esser entrati la paura se n’e’ andata.

Karim stava guardando le mura su cui c’era scritto la lingua geroglifica, gli altri amici stavano girando in tutta la tomba, Hassan stava cercando i tesori e Fouad stava camminando cosi senza meta, e Baiumy invece stava mangiando perché aveva fame, seduto cosi lontano dagli amici e non sapeva che c’era di fianco a lui una mummia, ma improvvisamente ha visto questa mummia, ha corso verso gli amici per dirgli cosa c’era,era spaventoso dalla mummia dicendogli” amici venite a guardare che c’e’ nell’altra stanza” “ma che c’e’ Baiumy” dice Karim ” c’e’ una mummia daiii venite ” dice Baiumy. Tutti gli amici sono andati a vedere la mummia, ma la mummia non c’era nel posto che ha riferito Baiumy, Baiumy era scioccato e voleva dire agli amici quello che aveva visto, ma intanto gli amici non gli credevano.

Cammin facendo Karim ha scoperto un attraente tesoro, era coperto di polvere, lo volevano aprire, ma come il solito avevano paura, ma hanno deciso di aprirlo, ma non sapevano che c’era nascosto dentro,ce l’hanno fatta, hanno aperto il tesoro, si sono spaventati quando hanno visto che c’era dentro, hanno corso verso la porta della tomba che Karim, avevano visto una mummia, voleva sapere di chi fosse questa mummia, ha Saputo che era un uomo poi e’ andato a dire agli amici.

Karim voleva rientrare ma gli amici non lo volevano fare, col tempo ci e’ riuscito a convincerli, ma questa volta avevano davvero paura, sono ritornati a vedere la mummia ma non l’hanno trovata, erano scioccati come era Baiumy prima, Baiumy gli ha detto ” ecco quello che dicevo io ma nessuno mi credeva ” e cosi avevano deciso di tornare a casa , sono andati verso la porta , ma hanno trovato la porta chiusa,, stavano esclamando ” ma che c’e’ qui in questa maledetta tomba” tutti gli amici erano molto delusi, e Baiumy ha cominciato a piangere, Karim gli ha detto ” ma smetti di piangere bambino” ma Baiumy era arrabbiato e ha cominciato a litigare insieme dicendogli ” ma sei tu che ci ha fatto venire qui, sei tu ” e Fouad ha calmato la situazione dicendo ” ma daiii amici, ma litighiamo qui, ma cosa fate ?? vergognatevi, invece di cercare la soluzione per uscire, litighiamo, mah” Hassan era impegnato a trovare la soluzione.

E Cosi sono rimasti rinchiusi dentro la tomba,Karim ha deciso di andare verso il tesoro, gli amici gli hanno detto ” non andare amico, e’ pericoloso” ma Karim gli ha risposto” ma daiii amici, ma se restiamo qui senza fare niente non possiamo uscire” tutti gli amici andavano d’accordi con Karim, perciò sono andati al tesoro ma non l’hanno trovato!!.

C’era qualcosa di strano, sono andati verso il tesoro e non l’hanno trovato e sono andati verso la porta e l’hanno trovata chiusa e sono andati verso la mummia che gli ha scoperto Baiumy e non l’hanno trovata, era una cosa pazzesca, non sapevano cosa fare. Ma hanno deciso di andare a dare un’occhiata a tutta la tomba, hanno trovato dei disegni faraonici, la tomba era cosi ricca , c’erano poltrone d’oro e anche divani e vasi tutto era d’oro e d’argento, non sapevano di chi fosse la tomba ma volevano sapere tutta la storia del faraone che c’era qui.

Cammin Facendo hanno trovato dei disegni sulle mura su cui c’era scritto tutte le informazioni sulla dinastia, Karim stava leggendo le parole con l’aiuto degli amici e sono riusciti a sapere la storia della dinastia, la tomba era di un faraone ricco ma non sapevano il suo nome, hanno scoperto anche una mappa su cui c’era disegnato tutta la tomba e tutte le stanze della tomba, e cosi hanno Saputo tutte le vie giuste per arrivare ai tesori, ma ogni tanto sentivano dei rumori nelle stanze, avevano paura.

Karim voleva sapere di chi fossero queste voci, cercava la via giusta per arrivare a queste voci, e cosi seguendo le voci, ha scoperto che c’erano dei faraoni ancora vivi, era cosi spaventoso e stava ascoltandoli ma non capiva niente, e’ andato a chiamare gli amici per guardare questa strana cosa ma purtroppo non li ha trovati.

È Ritornato, non ha trovato nessuno, era veramente perso, non sapeva dove andare!! C’erano molte vie,non riusciva a sceglierne una da percorrere, era deluso, ma aveva deciso di cercare gli amici, e’ andato cosi senza meta.

Ha sentito una voce lontana,gente che parlava cosi velocemente non sapeva che lingua parlassero, era una lingua diversa, ne’ nubiana ne’ egiziana, sembravano faraoni perché non né ha capito neanche una sola parola, voleva avvicinarsi e vedere che c’era!! Aveva ragione erano faraoni ma accompagnavano loro gli amici, voleva avvicinarsi ma uno degli amici gli ha fatto un gesto che significa allontanarsi da loro forse perché c’era qualcosa di strano, qualcosa che faceva male a lui,non sapeva cosa fare, era veramente un periodo cosi strano, infondo ha deciso di seguirli.

I faraoni hanno preso gli amici in posto cosi strano, volevano sapere chi fossero questi ragazzi e perche mettessero questi vestiti strani secondo I faraoni, tutti gli amici erano davanti il re della tomba, Karim era sorpreso, non aveva mai visto gente cosi in vita sua, aveva deciso di avvicinarsi per aiutare gli amici vista la sua conoscenza della lingua geroglifica, si e’ avvicinato ma le guardie del re l’hanno arrestato, pensavano che fosse un ladro, Karim voleva chiarire la situazione e cercava di utilizzare la sua conoscenza della lingua faraonica per parlare con loro dicendogli ” siamo venuti qui senza volerci veramente, stavamo giocare e poi siamo caduti dentro la tomba” il re era sorpreso, come un ragazzo come questo sapesse parlare la loro lingua e anche era sospettato dicendogli” ma che dici bugiardo, non sono convinto di quello che hai detto, siete ladri, tanto lo sapevo” Karim aveva molta paura ma voleva superare questo problema dicendogli”ma non sono bugiardo ,dico la verità, se vuoi arrestare qualcuno allora arrestami perché sono io a far venire gli amici qui, non e’ colpa loro” il re era molto sorpreso delle belle parole di Karim dicendogli” wow mi piace la tua sincerità e il tuo coraggio veramente perciò vi lascio e vi libero, e se volete dei tesori, ve li do, beati voi ragazzi avete un buon amico di grande cuore e anche molto bravo” gli amici non capivano un’acca, ma Karim ha tradotto tutto, erano felici di queste belle parole.

Dopo questa chiacchierata con il re Karim gli ha chiesto che volevano uscire dalla tomba, il re era buono con loro e anche molto generoso, gli ha dato dei tesori e anche ha dato la chiave della vita a Karim, Karim era molto eccitato e non sapeva cosa dirgli.
Karim voleva sapere il nome del Re, ogni volta che lo voleva chiedere, dimenticava, ma finalmente si e’ ricordato di chiedergli Karim gli ha chiesto ” ma posso farle una domanda?”, Il re :” ma certo, chiedimi pure”
Karim: ” Ma come si chiama Lei ? “
Il re ha riso e gli ha detto ” ma questa e’ la domanda!! Comunque mi chiamo Ahmed Salah Stellino, sono l’ultimo re della dinastia numero 33″
Karim era cosi confuso e non sapeva cosa dirgli, ma ha ringraziato il re di tutto quello che gli ha dato e poi sono usciti dalla tomba.

Gli amici sono andati a Casa, I loro genitori li stavano cercando ovunque, Baiumy, non voleva tornare a casa perché aveva paura di suo padre, e anche Fuoad e Hassan avevano molta paura. Il giorno dopo sono andati a scuola hanno raccontato tutta la storia agli amici ma nessuno li credeva.

Fonte: Oubliettemagazine

Categories: Narrātio Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: