Home > Dalle Antiche Civiltà al Rinascimento > I Babilonesi (parte I)

I Babilonesi (parte I)

This slideshow requires JavaScript.

La civiltà babilonese s’impose nel territorio della Mesopotamia all’inizio del XXII secolo a.C., succedendosi ai suoi predecessori per un periodo di quasi mille anni, ma già da tempo le loro preziose idee, i loro costumi, le loro abitudini  erano entrati a far parte dell’entourage del modo di vivere prettamente sumero.

Nel XXIV secolo a.C. la gonna a balze scomparve completamente per dare ampio spazio al più antico abito talare della storia. Da questo periodo, durante l’intera dominazione babilonese e assira, si assiste ad uno sviluppo cruciale del vestire sia nelle fogge più ricche, sia nelle decorazioni più variopinte.

I tessuti leggeri sostituirono le pelli più pesanti del periodo precedente,  conferendo agli abiti maggiore praticità e comfort, per essere indossati esclusivamente in presenza di un clima sub-tropicale sempre più caldo, tipico dell’estesa regione mesopotamica. Il primo ad essere utilizzato per ovvia disponibilità fu la lana, la quale venne saputamente tessuta per essere indossata, prima della scoperta del cotone e del lino.

Il periodo di transizione, intercorrente tra la fine della dominazione sumera e l’inizio della supremazia babilonese, divenne fautore del cambiamento delle fogge, le quali prevedevano l’ausilio di un sontuoso drappeggio di pezzi di tessuto non confezionati come veri abiti, ma ricchi di minute decorazioni realizzate con disegni geometrici. Negli uomini il tessuto veniva saputamente avvolto intorno al corpo passando al di  sotto delle ascelle, con il lembo eccedente che dalla schiena risaliva sopra la spalla sinistra rivestendola e nascondendo completamente il braccio limitrofo, ma lasciando completamene svestito il corrispondente lato destro.

Questa nuova caratteristica del drappeggio unilaterale la si può riscontrare inizialmente nelle statue di Gudea, signore di Lagas, datate circa 2300 a.C., il quale, nonostante fosse un sovrano sumero, fu tra i primi ad adottare il tipico abbigliamento babilonese. Infatti, successivamente, diverse statue ritraenti il re babilonese Hammurabi, presente nella storia antica  circa cinquecento anni più tardi, presentano nelle raffigurazioni il tipico indumento maschile summenzionato.

a cura di Marius Creati

 

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: